• Piattaforma per mobili di lusso personalizzati
    I materiali innovativi nel design

    I materiali innovativi nel design


    Aziende e designer sono sempre alla ricerca di materiali innovativi che rendano le loro creazioni più durature, affascinanti e sorprendenti.

    I designer amano sperimentare nuovi materiali nella produzione dei loro oggetti e arredi. I materiali si innovano di continuo per poter rispondere in maniera sempre più precisa alle esigenze attuali, per ottenere effetti visivi sorprendenti, prestazioni insuperabili e per soddisfare ogni gusto personale.


    Nella scelta dei piani di lavoro, dei pavimenti e delle superfici d’appoggio ci si basa sull’estetica, sulla funzionalità e sulla durezza. I materiali più utilizzati sono laminato, legno, marmo e acciaio ma si sono cercati anche prodotti alternativi, più versatili, formati da resine e polveri oppure tramite a brevetti che sfruttano le nanotecnologie.


    Tra questi materiali troviamo FENIX NTM, sviluppato da Arpa Industriale, che ha la caratteristica di essere opaco, morbido ma estremamente forte grazie a nano-particelle e resine acriliche e la tecnica Electron Beam Curing. Questo materiale è stato usato principalmente per i piani di lavoro delle cucine e dei bagni grazie alla sua straordinaria proprietà di rigenerarsi da eventuali micrograffi usando semplicemente un panno e il ferro da stiro. Inoltre non attira polvere e per questo garantisce sicurezza e igiene abbattendo la carica batterica.

    Tra le aziende che ne fanno uso troviamo LUBE, azienda specializzata nella produzione di cucine di alto livello, con il suo modello OLTRE.


    Cucina Oltre.png

    Cucina OLTRE di LUBE


    Anche Bontempi Casa utilizza Fenix NTM ma in questo caso come laminato per il tavolo MAGO, un tavolo allungabile con la struttura in acciaio, il piano in melaminico, laminato Fenix, Unicolor antigraffio, cristallo e cristallo antigraffio.


    Tavolo Mago.png

    Tavolo MAGO di Bontempi Casa


    Tom Dixon, designer e fondatore dell’azienda omonima specializzata in illuminazione e accessori di arredo, della ricerca di materiali e dell’utilizzo di metalli saldati ha fatto il suo marchio di fabbrica. Tra i suoi accessori possiamo trovare Plum, bicchieri fabbricati con vetro soffiato a bocca e tagliato a mano in inchiostro blu profondo e combinato con componenti in acciaio inossidabile e placcato in rame.


     Servizio Plum.pngServizio Plum di Tom Dixon


    Rexa Design, azienda utilizza invece il Corian® come materia prima per realizzare i suoi mobili insieme ad altri tipi di Solid Surface come il Korakril, e materiali lignei. I materiali cosiddetti Solid Surface, sono materiali compositi non porosi formati principalmente da resine acriliche che ne garantiscono uniformità del materiale, resistenza alla luce del sole permettendo al materiale di mantenere il suo colore inalterato nel tempo. Non essendo porose, muffe e batteri non trovano appigli e non possono diffondersi. Inerti e non tossici, in condizioni normali non emettono gas.

    Un esempio di utilizzo del Corian® di Rexa Design è il piatto doccia HAMMAM.


    Piatto Doccia Hammam.png

    Piatto doccia HAMMAM di Rexa Design


    Il Laminam è un altro materiale estremamente innovativo composto da grès porcellanato. È stato brevettato dall’azienda Laminam, che gli ha dato il nome, la quale produce lastre in ceramica con dimensioni che variano da 1000x3000 a 1620x3240 mm e spessori da 3 a 20 mm.

    Questo materiale offre performance eccezionali in ogni ambiente di applicazione anche se risulta essere il rivestimento ideale per esterno e per pavimenti.


    Showroom Laminam.png

    Showroom a Milano di Laminam

     

    Le ricerche su nuovi materiali continuano sempre poiché ogni designer vuole migliorare le caratteristiche dei propri prodotti al fine di renderli più durevoli e con caratteristiche sempre innovative.

     

    Vedremo quest’anno quale saranno i materiali più utilizzati dalle aziende e dai designer internazionali.