• Piattaforma per mobili di lusso personalizzati
    TOP DESIGNER ITALIANI: GAETANO PESCE

    TOP DESIGNER ITALIANI: GAETANO PESCE


    Scopri i migliori designer italiani, gli artisti che hanno scritto la storia del design creativo italiano. Oggi parliamo della grande Gaetano Pesce, architetto, artista e innovatore femminista.

    Come sappiamo, il mondo del design ha sempre visto l'Italia come protagonista principale. I maestri italiani dell'innovazione e del design hanno infatti scritto la storia della creatività, non solo nel campo dell'interior design ma anche in architettura, nella moda e nell'arte. 

    Eurooo vuole rendere omaggio ai grandi del design Made in Italy, con questa nuova sezione dedicata ai designer italiani che hanno scritto pagine e pagine di storia creativa. Oggi è il turno di Gaetano Pesce.

     

    Gaetano Pesce : architecte, artiste et innovateur féministe | Eurooo.fr

    Gaetano Pesce: architetto, artista e innovatore femminista

      

    Gaetano Pesce è nato a La Spezia, in Liguria, nel 1939. Dal 1958 al 1963, ha frequentato la rinomata Facoltà di Architettura di Venezia presso lo IUAV e ha frequentato corsi presso l'Istituto Superiore di Disegno Industriale. Divenne rapidamente un rappresentante del movimento culturale definito "Radical Design" dal critico d'arte Germano Celant, poi noto come "New Italian Design", infatti fin dall'inizio della sua carriera accademica mostra un grande talento in complesse espressioni artistiche dove l'uomo, o meglio, l'umanità è al centro dei suoi bisogni. Il famoso architetto Carlo Scarpa definì Pesce "l'uomo della schiuma" per la sua propensione all'uso del poliuretano espanso.


    Cassina | 357 Feltri poltrona unica di Gaetano Pesce | Eurooo

    Poltrona design 357 FELTRI di Gaetano Pesce per il marchio Cassina

      

    Nel 1959 Gaetano Pesce fonda il Gruppo N a Padova che si occupa di studi sull'arte programmata ed è protagonista di scambi culturali con gruppi artistici analogici a Milano, Parigi e Germania. Si interessa anche di ricerca nel campo dell'arte seriale e cinetica. Dal 1962 è attivo nel mondo dell'interior design e nella progettazione di mobili originali, sperimentando forme particolarmente innovative con nuovi materiali. È in questo contesto che iniziano le collaborazioni con i principali marchi di mobili di design. Nel 1971, ha collaborato con BracciodiFerro (società del gruppo Cassina) per la produzione di oggetti d'avanguardia, come Moloch, una lampada da tavolo dal design giocoso e moderno, così ingrandita da diventare un oggetto ironico e emblematico, o la famosa poltrona Feltri. Nel 1972 partecipa alla famosa mostra "Italia: il nuovo paesaggio domestico" al MoMA di New York, dove si stabilisce nel 1983, dopo un lungo soggiorno a Parigi. Il suo impegno per la sperimentazione e l'innovazione nel design è visibile in tutte le sue creazioni più iconiche, che ora si trovano in diversi musei internazionali. Scopriamo insieme i 5 design più emblematici nati dalla creatività d'avanguardia di Gaetano Pesce.


     POLTRONA UP - B&B Italia


    B&B Italia | UP 2000 serie di poltrona e pouf a donna di Gaetano Pesce | Eurooo

    Pouf UP poltrona di Gaetano Pesce per il marchio B&B Italia

     

    Nel 1969, l'architetto e designer Gaetano Pesce con la sua sedia Up presentata al Salone del Mobile di Milano, fece scandalo. Questa sedia dalle forme generose sedia in una Venere paleolitica è caratterizzata da un pouf legato alla poltrona con un filo metallico che evoca il proiettile incatenato di un prigioniero. Questo doveva essere una rappresentazione della donna prigioniera della società, e in effetti voleva denunciare l'alienazione storica delle donne. A quel tempo, questo lavoro iconico fu accolto negativamente e Pesce fu accusato di sessismo. Queste critiche arrivano fino a tempi più recenti quando nel 2019 l'installazione "Maestà Sofferente" (Suffering Majesty) apre la Milano Design Week. Era una versione gigante della sedia e della sua palla. La sedia, questa volta di colore rosa naturale, come la pelle, rappresentava il corpo di una donna trafitto da 400 frecce: era una vera denuncia di violenza contro le donne. La reazione dei movimenti femministi era contraria a questo lavoro, accusando nuovamente il progettista di focalizzarsi sempre sulla vittima e mai sull'aggressore. Al di là delle critiche, la sedia UP ha un significato molto profondo che incoraggia la comunicazione e il dialogo e fa emergere un argomento importante e delicato.


    Maestà Sofferente istallazione di Gaetano Pesca a Milano nel 2019

    Installazione "Maestà Sofferente" di Gaetano Pesce nel 2019 a Milano

     

     UP7 POLTRONA “FOOT” - B&B Italia


    B&B Italia | UP7 Foot poltrona e scultura | Eurooo

    Chaise longue / scultura UP7 FOOT di Gaetano Pesce

     

    Sempre nel 1969, Pesce ha creato Up7, una scultura / chaise longue davvero speciale, prodotta anche per B & B Italia. Questo piede di dimensioni giganti ricorda una reliquia archeologica dell'era moderna ed esprime l'associazione tra arte e design, pur mantenendo un'aria giocosa e deliberatamente esagerata. Questa scultura decorativa è diventata famosa fin dal suo lancio.

     

     LAMPADA MOLOCH – CASSINA


    Cassina | Moloch lampada di Gaetano Pesce | Eurooo

    Lampada MOLOCH di Gaetano Pesce per il marchio Cassina

     

    Creata nel 1970, la maestosa lampada Moloch del designer Gaetano Pesce prende il nome dall'antico dio orientale, al quale alcune tribù levantine hanno sacrificato i bambini con il fuoco. Ma questa famosa lampada di Pesce ha origine da un'altra creazione: la lampada "L-1" del designer Jac Jacobsen del 1937. L'immagine imponente che trasmette la lampada Moloch rappresenta una scena quasi divina di una luce che cade dall'alto, illuminando l'umanità che non può fare nulla. L'uomo, posto accanto alla lampada o sotto, diventa piccolo e indifeso.

     

    DIVANO SUNSET IN NEW YORK DIVANO – CASSINA


    Cassina | Sunset in New York divano modulare di Gaetano Pesce | Eurooo

    Divano NEW YORK SUNSET di Gaetano Pesce per il marchio Cassina

     

    Il divano “Sunset in New York” è stato prodotto nel 1980 da Gaetano Pesce per il marchio italiano Cassina, con il quale ha avuto una fruttuosa e stimolante collaborazione.

    Questo straordinario divano creativo, realizzato con materiali sintetici e una struttura in legno, è costruito in quattro sezioni con le forme e i tessuti che rappresentano il tramonto sullo skyline di New York, l'attuale città del designer. Lo schienale centrale è semicircolare, imbottito e rivestito in tessuto rosso che rappresenta il sole nascente. La seduta del divano è composta da tre sezioni di blocchi di diverse dimensioni, imbottiti in schiuma e ricoperti da due tessuti diversi, uno crema con quadrati blu e uno grigio con quadrati blu, per rappresentare le finestre dei grattacieli. Questo divano di design è l'omaggio perfetto alla città che non dorme mai.

     

     DIVANO IL GIULLARE – Meritalia




    Meritalia | Il Giullare divano buffone di Gaetano Pesce | Eurooo

    Divano IL GIULLARE di Gaetano Pesce per il marchio Meritalia

     

    La collaborazione di Pesce con Meritalia nasce nel 2002 quando al Salone del Mobile di Milano, per l'evento secondario "GrandHotelSalone", presentarono insieme la "Camera di Mosca", una camera d'albergo progettata da Pesce e destinata ad un hotel di lusso immaginario a Mosca. Da allora, il designer ha continuato ad esprimersi attraverso l'azienda, condividendo la sua grande passione per la sperimentazione e la creazione di opere visionarie. Tra questi, il divano "Il Giullare" è un divano eclettico realizzato nel 2011 di grande potenza visiva. Il nome del divano si riferisce ai buffoni di corte che nel passato avevano la funzione di rallegarre l'atmosfera e di divertire mostrando punti di vista meno seri e ansiosi e mettendo in evidenza i lati positivi, ottimisti e redditizi. Ecco spiegata l'allegria del divano Il Giullare, con i suoi colori forti e luminosi, le sue forme arrotondate e il suo design tipicamente giocoso. L'obiettivo è creare ironia e buon umore, per contrastare il dramma del nostro tempo.